SCORZETTE DI AGRUMI CANDITE

Un dolcetto graditissimo a tutti, ma soprattutto a chi ama gli agrumi come me, sono le scorzette di arancia o di limone candite.
Ora che sta arrivando il periodo natalizio poi, non possono proprio mancare.

Non è una preparazione difficile e non richiede troppo tempo.
Il “trucchetto”, se così vogliamo chiamarlo, sta nel tenere a mollo le bucce per 24 ore (minimo, volendo anche un po’ di più), in acqua.
Io le metto la mattina e le lascio in ammollo tutto il giorno, poi la sera cambio l’acqua fino al mattino successivo quindi procedo alla preparazione.

Mi raccomando, non buttare l’acqua di ammollo se vuoi sapere perché clicca qui

Ma ecco come si fa…

Scoliamo le bucce d’arancia (o di limone, il procedimento è lo stesso) e versiamole in un pentolino, aggiungiamo dell’acqua fino a coprirle ed accendiamo il gas a fuoco medio. Appena l’acqua bolle scoliamo le bucce e mettiamole in una ciotola con dell’acqua fredda. Possiamo ripetere l’operazione se le bucce risultassero molto amare, però con l’ammollo precedente non dovrebbe servire.

In realtà, questo procedimento è più utile con i limoni che risultano maggiormente amare; con le arance si può procedere anche solo con le due bolliture e passaggio in acqua fredda senza l’ammollo precedente.

Ora scoliamo le scorzette e teniamole da parte; quindi pesiamole e, in un pentolino, mettiamo pari peso di acqua e zucchero rispetto al peso delle scorzette che abbiamo sbollentato e mettiamolo sul fuoco.

Non appena lo zucchero inizierà a sciogliersi, aggiungiamo le bucce d’arancia mescolando di tanto in tanto.
Continuiamo la cottura fin quando l’acqua assume l’aspetto di uno sciroppo e a questo punto possiamo togliere il pentolino dal fuoco e lasciare le scorzette in infusione per circa 30 minuti. Possiamo conservarle in un barattolino con tutto lo sciroppo, agitandolo ogni tanto.

Se invece vogliamo farle al cioccolato fondente, non appena tiepide le disponiamo abbastanza distanziate l’una dall’altra sopra un foglio di carta forno e le lasciamo asciugare per minimo un paio d’ore (anche di più se possibile).
Trascorso questo tempo, sciogliamo il cioccolato fondente a bagnomaria o con un pentolino elettrico come faccio io e, quando si sarà sciolto, iniziamo ad intingere le scorzette d’arancia per tre quarti nel cioccolato riponendole quindi sopra la carta forno fin quando il cioccolato sarà ben asciuttto.

Et voilà! il gioco è fatto. Vi assicuro che ci vuole di più a raccontarlo che a farlo 
Buon gusto a tutti da TesOry in cucina!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.