Preservare le vitamine degli alimenti

Il modo principale con cui il nostro organismo assume VITAMINE è sicuramente l’alimentazione, anche se non il solo.
L’assorbimento delle vitamine non è un processo così scontato, risente infatti di vari fattori come l’ossigeno, il ph, il calore, la luce e può variare quindi a seconda di come conserviamo gli alimenti, di come li prepariamo, cuciniamo o di come li abbiniamo fra loro.

In linea di massima, i vegetali NON VANNO LASCIATI IN AMMOLLO TROPPO A LUNGO, sarebbe bene lavarli INTERI sotto acqua corrente e poi tagliarli, poiché come sappiamo le vitamine ed i minerali idrosolubili si scioglierebbero nell’acqua e con questa verrebbero eliminati.

L’eccezione a questa buona pratica è rappresentata dai legumi che, invece, hanno bisogno di ammollo.
In questo caso un piccolo TRUCCO per non perdere le vitamine e i Sali minerali idrosolubili durante il lungo ammollo, è creare un ambiente acido inserendo del limone o dell’aceto (ma il limone ci piace di più vero?) e possiamo decisamente evitare il bicarbonato.

Infine, quando possibile e soprattutto se acquistiamo alimenti biologici, è bene preservare e NON ELIMINARE BUCCE E FOGLIAME, spesso ricchi di tutti i micronutrienti della pianta stessa; in alcuni ortaggi come le patate e le carote la maggior concentrazione si trova nelle parti periferiche, per cui un’eccessiva pelatura le disperderebbe…

Alla prossima e un ciao da TesOry in cucina!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *