PESTO ALLE MANDORLE VEGAN

Eccoci  ad un altro classico della cucina italiana: il pesto!

Io però lo faccio con le mandorle al posto dei pinoli. Sappiamo che è una buona abitudine inserire della frutta secca nella nostra alimentazione a dosi ovviamente misurate perché fanno bene, ma hanno anche molte calorie.

Preferisco le mandorle per tre motivi: il primo è che mi piace moltissimo il sapore che assume il pesto con questo ingrediente; il secondo è che è molto più semplice trovare delle buone mandorle prodotte in Italia ed il terzo è il costo più contenuto rispetto ai pinoli.

Questa è la versione vegana, senza formaggio. Ed anche in questo caso con la mia amica dietista dr.ssa Anna Maria Baracca ci siamo divertite a confrontare le kcal di queste pietanze nelle diverse versioni.

Nella versione vegan l’apporto calorico (compreso 300g di pasta per 4 persone) è di 205 Kcal circa cadauno, quindi leggermente più bassa dell’altra, che puoi leggere qui. Entrambe buone e saporite, a voi la scelta!

Ma ecco la ricettina …

Ingredienti per 4 persone:

80 g foglie di basilico                                                            

20 g mandorle (al posto dei classici pinoli)

1 g lievito alimentare in scaglie

1 aglio piccolo

25 g olio Evo

1 pizzico di sale di Cervia

 Come si fa…

Inseriamo in un mixer da cucina le foglie di basilico lavate e tamponate con della carta assorbente. Per fa sì che il nostro pesto non perda il suo bel colore verde, le foglie devono essere ben asciutte. Un altro piccolo trucchetto è aggiungere un piccolo cubetto di ghiaccio all’impasto da tritare.

Insieme alle foglie di basilico, mettiamo un aglio spellato al quale avremo tolto l’anima centrale poco digeribile, le mandorle, il lievito alimentare e pochissimo sale perché il lievito inattivo conferisce già un sapore deciso.

Iniziamo a frullare finché avremo sminuzzato abbastanza gli ingredienti, quindi uniamo poco alla volta l’olio Evo fino a quando otteniamo una bella cremina verde brillante.

Volendo, si può aggiungere anche altro tipo di frutta secca; io ho provato gli anacardi al naturale e devo dire che il gusto è davvero piacevole!

Ecco dunque pronto il nostro pesto in versione vegan per condire spaghetti o pasta corta!

Che ne dite TesOryni?

Postilla: le indicazioni sugli ingredienti e/o attrezzature da cucina, riguardano quelli che preferisco e uso. Se piacciono anche a te e li acquisti tramite il mio link, TesOry in cucina by Nuovi Gusti riceve una piccola commissione. Grazie di aver visitato il mio blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *