IL CIAMBELLONE DELLA TREBBIATURA

In dialetto si chiama “Lu ciammellottu de lo vatte” cioè quello del periodo della raccolta e trebbiatura del grano.

Faremo questo ciambellone tipico della cucina marchigiana come da tradizione, quindi tutto a mano e con gli ingredienti tipici del territorio.

Per me un viaggio nella memoria di sapori, aromi e profumi della mia infanzia…
Vi racconto tutto nel video, se vi fa piacere vederlo potete cliccare il link in fondo alla ricetta.

Ed ecco la ricettina…

Ingredienti:
3 uova
150 gr. di zucchero italiano
un bicchiere di olio di extra vergine di oliva (circa 200 ml)
un bicchiere di latte italiano (circa 200 ml)
un bicchiere di mistrà o liquore all’anice (circa 150 ml)
una bustina di lievito al cremortartaro
500 gr. di farina macinata a pietra
scorza grattugiata di un limone non trattato
granella di zucchero

Come si fa…
Sbattiamo energicamente le uova con lo zucchero e poi aggiungiamo il latte, l’olio e il liquore; profumiamo con la buccia grattugiata del limone e infine inseriamo la farina setacciata con il lievito.

Versiamo in uno stampo da ciambellone imburrato e infarinato, io ho usato uno stampo a margherita ed è venuto bellissimo!

Ora decoriamo con granella di zucchero e inforniamo a 180° per circa 45 minuti in modalità statico, la prova stecchino ed ecco pronto il nostro ciambellone tipico marchigiano.

Cocchi, un saluto da Tesory in cucina!!!

Le indicazioni sugli ingredienti e/o attrezzature da cucina, riguardano quelli che preferisco e uso. Se piacciono anche a te e li acquisti tramite il mio link, TesOry in cucina by Nuovi Gusti riceve una piccola commissione.

Grazie di aver visitato il mio blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.