CROSTATA A MODO MIO

Sempre alla ricerca di idee per preparare dei dolci buoni e gratificanti senza eccedere con zuccheri e grassi dannosi per il nostro organismo, ho realizzato questa ricetta per fare una crostata buona e leggera.

La mia amica dr.ssa Anna Maria Baracca, dietista e counselor in nutrizione, mi ha consigliato di aggiungere dell’inulina alle mie ricette dolci poiché questa è una fibra prebiotica che aumenta il senso di sazietà, aiuta il nostro intestino e rallenta e riduce l’assorbimento di zuccheri.

Mi ha anche consigliato di sostituire al burro della classica frolla per dolci del buon olio extra vergine di oliva, un grasso “buono” per eccellenza che contiene anche vitamina E, potente antiossidante che ci protegge dall’invecchiamento cellulare. 

Poi, anche se scurisce il colore degli impasti, uso sempre zucchero di canna o melassa quando possibile, per evitare completamente lo zucchero raffinato i cui danni collaterali conosciamo ormai tutti.

Con questa premessa, direi che possiamo preparare e gustare una bella crostata senza troppe preoccupazioni! Inoltre, grazie all’inserimento di una fibra prebiotica naturale, l’inulina che si estrae dalla cicoria, questa crostata così realizzata ha la particolarità di avere una giusta consistenza e morbidezza, di non essere eccessivamente carica di zuccheri e grassi e possedere un minor impatto glicemico.

Sgnam!!!!

Ingredienti:
200 gr farina naturale o biologica
20 gr inulina 
1 uovo
40 gr zucchero di canna equosolidale
50 gr olio extravergine di oliva
3 gr di lievito cremortartarato
la buccia di un agrume non trattato grattugiata
confettura artigianale di pesca (o altra di vostro gusto) 

Come si fa…
In questa preparazione è prevista una emulsione iniziale del tuorlo d’uovo e dell’olio evo con una frusta a mano fino a montare il composto, aggiungendo a filo l’olio come se faceste una maionese.
A seguire, uniamo lo zucchero e continuiamo a montare. Poi uniamo l’albume, la farina, l’inulina, il lievito e la buccia di limone grattugiata. Amalgamiamo l’impasto lavorandolo con la punta delle dita fino ad ottenere un impasto omogeneo; non troppo a lungo come per qualsiasi pasta frolla che si rispetti. Formiamo una palla che incarteremo con della pellicola per alimenti e la lasciamo riposare a temperatura ambiente per un’oretta.

Trascorso questo tempo, stenderemo l’impasto sopra un foglio di carta forno della misura necessaria al nostro stampo, posizioneremo la frolla in una teglia da crostata e taglieremo lungo i bordi la pasta in eccesso, con la quale formeremo delle decorazioni per la nostra crostata. Se necessario possiamo spolverare leggermente di farina durante l’operazione. Ora possiamo farcire la frolla con una confettura o marmellata di nostro gradimento: io ho scelto una confettura artigianale di albicocche, con zucchero di canna. 

Mi diverto a fare delle decorazioni con gli stampi per biscotti, oggi ho realizzato delle stelline!

Inforniamo in forno preriscaldato a 170° in modalità statico per una ventina di minuti; come sapete i forni casalinghi possono presentare qualche differenza di temperatura e cottura, quindi sperimentate il vostro e fate attenzione che la doratura non diventi troppo scura. 
Non vi resta che gustare questa crostata senza pensarci troppo, a colazione o con i vostri amici e…

Buon gusto a tutti TesOry!!!

Postilla: le indicazioni sugli ingredienti e/o attrezzature da cucina, riguardano quelli che preferisco e uso. Se piacciono anche a te e li acquisti tramite il mio link, TesOry in cucina by Nuovi Gusti riceve una piccola commissione. Grazie di aver visitato il mio blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *